Holter cardiaco 24HH

L’holter cardiaco o ECG dinamico consiste nella registrazione del tracciato elettrocardiografico del paziente durante un periodo di 24-48 ore durante l’espletamento delle normali attività quotidiane e in modo continuativo, includendo anche un ciclo sonno-veglia.
Si tratta di una indagine indolore e non invasiva, che permette di registrare un elettrocardiogramma continuo per il periodo stabilito
, al fine di poter rilevare eventuali anomalie non altrimenti reperibili in un semplice tracciato elettrocardiografico basale.

Modalità di esecuzione dell'esame HOLTER CARDIACO 24HH

  • Vengono posizionati sul torace del paziente alcuni elettrodi che sono collegati ad un registratore, di piccole dimensioni, che viene affidato al paziente (generalmente appeso al collo sotto la camicia). Questi elettrodi rilevano l’attività elettrica cardiaca.
    Dopo loro applicazione il paziente può lasciare lo studio e adempiere alle sue normali attività quotidiane .

  • Il paziente, durante il periodo di registrazione, deve svolgere senza limitazioni la sua normale attività quotidiana.
    Trascorso il tempo prestabilito dal medico, torna in ambulatorio per la rimozione e la consegna dell’apparecchio che avrà registrato il suo elettrocardiogramma.

  • L'apparecchio viene applicato generalmente alle ore 11 del mattino e rimosso la mattina successiva.

Indicazioni all'esame HOLTER CARDIACO 24HH
-
controllo della terapia in paziente con cardiopatia ischemica (farmaci antianginosi) e/o in pazienti che assumono farmaci antiaritmici o altri farmaci cardiologici
-
controllo dei pazienti con malattia ischemica coronarica
- controllo
funzionamento dei pacemaker
-
controllo della riabilitazione nel post-infarto
- correlazione dei sintomi riferiti dal paziente (palpitazioni, extrasistoli, dolori al torace petto, svenimenti) con le eventuali alterazioni elettrocardiografiche
- conferma
o esclusione di eventi ischemici o aritmici in coincidenza con i sintomi segnalati dai pazienti e considerati specifici (dolori al torace, sensazione di cardiopalmo)
-
identificazione del tipo di extrasistoli e quantificazione numerica delle stesse nell'unità di tempo
- controllo in soggetti che praticano un’attività sportiva e presentano segni clinici e strumentali sospetti

Controindicazioni: NESSUNA

Si raccomanda di tenere un "diario eventi " nel quale annotare nel corso dell'esame quelle sensazioni anomale o inusuali potrebbero essere utili alla correlazione dei sintomi con il tracciato cardiografico (palpitazioni, sensazione di oppressione al torace, vertigini, cardiopalmo tachicardia etc.)